Bidroom Team, Tips, Travel
Leave a comment

Escape The Winter Crowds In The Aeolian Paradise Of Salina

Versione Italiana di seguito. Italian Version below.

Article written by Izabela Krzanowska

Travelling to Salina Italy is a never-ending colourful journey, where time passes slowly. Today, we are giving you a personalised guide to Salina Island, written by our Italian Country Manager, Izabela Krzanowska, who is also an ex-resident of this beautiful paradise.

Photo by Gio Martorana

I would love to tell you about Salina, that in my opinion, is the most beautiful jewel in the Sicilian paradise that creates Sicily. I am sure that not a lot of you have heard about it. It is located in the archipelago of the 7 Aeolian Islands. These Islands are known as the Islands of the God of the Wind, Aeolus. Coming from Homer’s description of the journey of Odysseus returning from the Trojan War to his home.

Photo by Gio Martorana

The Aeolian Islands are a tiny archipelago in the Tyrrhenian Sea shaped like a precious necklace. Before I landed there, I did not even know it’s existence, the minute I stepped foot on the Island I felt I was home from the very first moment. Salina later became my home for almost 15 years. Due to its many natural values, the Aeolian Islands were inscribed on the UNESCO World Heritage List.

Salina is beautiful, magical and enchanting. The other Islands that make up the archipelago are Lipari, Panarea, Stromboli, Vulcano, Alicudi and Filicudi, but Salina is the greenest of them all.

Photo by Stefano Butturini

Heavenly sky and turquoise sea create a unique combination.

From the Aeolian terraces, there are breathtaking views of lush olive gardens, vineyards and, of course, the sea. With a little bit of good luck, you can see sparks flying out of the active Stromboli volcano in the evening. The air on the islands is filled with the smell of “Gelsomina”, the jasmine variety typical for the islands.

The quintessence of Salina is Signum, which you must visit, and you will see why I am I right. If you would like to book a stay, you can find Hotel Signum on Bidroom.

Photo by Gio Martorana

Salina itself encourages a sense of calmness with the sight and sounds of the beautiful sea, the smell of wild fennel, oregano, rosemary and citrus fruits, as well as good cuisine which is typical for both this region and the whole country.

Photo by Gio Martorana

The restaurants serve the famous Malvasia wine (Caravaglio) along with seafood and fish prepared in various ways, one more delicious than the other. The main cultivation of the islands are capers, added willingly and generously to many dishes. The island of Salina offers everything that you will need for a winter getaway: sun, good food, great views, wine and warm, friendly people.

Pollara

As to the natural sites in Salina, the place you absolutely have to visit is Pollara. A valley, that was formed after the collapse of a once active volcano. There, you will be able to visit the house from the movie “Postman (Il Postino) in which the Chilean poet Pablo Neruda lived. Pollara is rich in extraordinary views, interesting rock compositions and picturesque coastline. It definitely is one of the most romantic and magical places of all of the islands which form this archipelago.

Photo by Gio Martorana

While there if you are feeling hungry and you want your stomach to enjoy itself too, you must go to Da Alfredo a Lingua and try their mouthwatering granita and pane cunzato. 

Salina also has a whole host of festivals. Read about them and maybe try to plan your journey so that you can take part in at least one of them.

SALINA DOC FEST
SALINA MARE FESTIVAL
FESTIVAL OF CAPERS

I hope you will decide to visit this gem of an island that I once had the pleasure of calling home and that you have an amazing time, just like I did.

Photo by Gio Martorana

You can reach Salina faster by hydrofoil (aliscafo) with Liberty Lines or the slower ferry (traghetto) with Siremar. The main departure point is Milazzo, although in the summer it’s also possible to get a boat from Palermo on Sicily and from Naples.

For all hotelier enquiries please contact the Italian Team: Izabela or Federica

Photo by Stefano Butturini

Viaggiare verso Salina è un viaggio senza fine di colori dove il tempo scorre lentamente. Una guida personale a Salina attraverso gli occhi di un ex residente e il nostro Country Manager Italia Izabela.

 

Mi piacerebbe raccontarvi di Salina, che secondo me è il gioiello più bello del paradiso siciliano che crea la Sicilia con le sue isole intorno. E sono sicura che molti di voi non ne hanno nemmeno sentito parlare.

Si trova nell’arcipelago delle 7 Isole Eolie, Isole del Dio del Vento, Eolo. Conosciuto da noi dalla descrizione di Omero del viaggio di Ulisse che ritorna a casa sua dalla guerra di Troia. Eolie è un piccolo arcipelago nel Mar Tirreno a forma di una preziosa  collana. 

Prima di arrivare lì, non sapevo nemmeno della loro esistenza ma mi sentivo a casa fin dal primo giorno. Salina e’ diventata in seguito la mia casa per quasi 15 anni. Grazie ai suoi numerosi valori naturali, le Isole Eolie sono state iscritte nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Salina è bella, magica e incantevole.

L e altre isole sono : Lipari, Panarea, Stromboli, Vulcano, Alicudi e Filicudi . M a Salina è la più verde di tutti. 

Cielo celeste e mare turchese creano una combinazione unica. 

Dalle terrazze eoliane, si gode una vista mozzafiato sui lussureggianti giardini di ulivi, vigneti e mare. Con un po ‘di fortuna, è possibile vedere scintille che volano la sera fuori dal l’ attivo vulcano di Stromboli.

L’aria è piena del profumo di “Gelsomino”, varietà tipica dell’isola.  La quinta essenza di Salina è il Signum, che dovete visitare sull’isola e capirete che ho ragione. Se desiderate prenotare un soggiorno, potete ovviamente trovarlo su Bidroom. 

Salina vi inebria  con la sua pace e con il suo mare bellissimo, il profumo del finocchio selvatico, origano, rosmarino e agrumi, oltre alla buona cucina. I ristoranti servono il famoso vino Malvasia ( la migliore e’ di Caravaglio 🙂 e pesce preparato in vari modi.

La coltivazione principale dell’isola e’ quella dei capperi che volentieri e generosamente vengono aggiunti a molti piatti. Non potete  non gustare il famoso gelato al cappero della Chef stellata Martina Caruso. Viaggiare verso Salina è un viaggio senza fine di colori dove il tempo scorre lentamente. Offre tutto il meglio della Sicilia: sole, buon cibo, splendida vista, vino e gente cordiale e amichevole.

Pollara

Il posto che non dovete mancare di visitare è Pollara. Una valle meravigliosa, formata dal crollo d i una parte dell’ex cratere vulcanico. Qui e’ stato girato il film Il Postino e vi si trova la casa in cui visse il poeta cileno Pablo Neruda. Pollara è ricca di panorami straordinari, interessanti composizioni rocciose, pittoresche coste, il luogo più romantico e magico delle isole.

Quando siete già la non dimenticate di visitare Denis e Maurizia per i migliori capperi di sempre inoltre assolutamente dovete provare la “granita” e il “pane cunzato”

Da Alfredo a Lingua, perché senza di loro non potrete assaporare Salina come si deve.

A seconda del mese potete partecipare a numerosi festival come il
SALINA DOC FEST e incontrare Giovanna o
il SALINA MARE FESTIVAL, e non per ultimo
la FESTA DEL CAPPERO
dove proprio come me, vi divertirete un sacco.

Più velocemente e’ possibile raggiungere Salina  in aliscafo con Liberty Lines o con il più lento traghetto di Siremar. Il punto di partenza principale è Milazzo, anche se in estate è  possibile prendere una barca da Palermo o da Napoli.

Per qualunque richiesta da parte degli albergatori potete contattare il team Italiano; Izabela or Federica

Leave a Reply

Your email address will not be published.